Una Illuminazione vincente

Le modalità attraverso le quali oggi, un Architetto può presentare il proprio progetto al cliente, sono diverse:

 con un’immagine virtuale di qualità fotografica
 con nuove tecnologie atte a far immergere interattivamente il cliente nel progetto
 con video presentazioni ad elevato livello di realismo

 

Analizzando queste possibili soluzioni, si nota una caratteristica comune in grado di coinvolgere emotivamente il cliente: ciascun metodo presenta un’efficace illuminazione.

 

La luce rappresenta da sempre qualcosa di positivo e in grado di influenzare in tal senso il nostro stato d’animo.
Lo dimostra il fatto che quando viviamo una giornata soleggiata e luminosa, sistematicamente il nostro atteggiamento verso ciò che ci circonda assume un carattere più favorevole.

Allo stesso modo un rendering fotorealistico con un’illuminazione determinante e in grado di creare atmosfera, aggiunge valore al progetto e suscita emozioni positive in chi osserva.

 

Come progettare allora un’illuminazione vincente per un rendering fotorealistico efficace?

 

Nel caso in cui si abbia la necessità, ad esempio, di mettere in risalto un particolare elemento di arredo o di design, una normale luce diffusa potrebbe non essere sufficiente.

Per esaltare un progetto d’interni, utilizzare più tipologie di illuminazione, ciascuna con diverse caratteristiche, si potrebbe invece rivelare una soluzione molto efficace.

In questi due rendering 3D fotorealistici interni, potrai notare come una differente illuminazione, e non solo, sia in grado di determinare una diversa percezione dell’ambiente.

Per ottenere un risultato interessate da un rendering fotorealistico, è dunque innegabile che la luce rappresenta un elemento assolutamente indispensabile, in grado di caratterizzare ed esaltare l’immagine stessa.

 

Di conseguenza, luci ed ombre, rappresentano una componente essenziale per dare vita ad un rendering fotorealistico che sappia colpire ed emozionare chi osserva.

In questo caso specifico, per rafforzare ulteriormente l’effetto creato dalle differenti illuminazioni e il design classico della poltrona, si è scelto, in accordo con l’Architetto, di virare entrambe le immagini finali in bianco e nero e di aggiungere un “effetto invecchiato”, ottenuto rendendo maggiormente visibile la grana dell’immagine.

 

Converrai certamente che nel momento in cui occorra illustrare un catalogo di elementi di arredo, avere l’opportunità di proporre al pubblico soluzioni di ambienti che presentino diverse tipologie di illuminazione, può rappresentare un forte elemento di distinzione, in grado di dare valore e prestigio al progetto di arredo proposto.

 

Se vuoi interagire con me per domande ed approfondimenti su questi temi, scrivi qui sotto un tuo gradito commento.