Come sfruttare il 3D Rendering Virtual Tour

Un Architetto sceglie di utilizzare le nuove tecnologie per due motivi fondamentali:

  1. per servire e attrarre il proprio cliente con strumenti innovativi
  2. per utilità proprie di studio del progetto

E’ indubbio che avere più possibilità di scelta nella presentazione di un progetto al proprio cliente, costituisce per l’Architetto un elemento di rilevante importanza perché in grado di accrescere la propria professionalità e di conseguenza la propria immagine.

In secondo luogo, adottare metodi tecnologicamente avanzati da poter sfruttare per migliorare i propri servizi, potrebbe fare la differenza verso i propri competitors.

Quindi, quale di queste tecnologie innovative dovrebbe utilizzare un Architetto?

Oggi la tecnologia, nel campo della rappresentazione virtuale, mette a disposizione dell’Architetto molteplici strumenti capaci di farlo interagire in tempo reale con il progetto.

Lo strumento più importante è probabilmente il 3D Rendering Virtual Tour, ossia il sistema di navigazione interattivo in 3D.

Questa tecnologia offre all’Architetto che ha accesso al progetto, l’opportunità di navigare a 360° sia esternamente che internamente all’edificio, di fissare i punti di vista in base alle proprie necessità, avendo in questo modo un controllo completo sul modello realizzato.

Quindi, riepilogando, come può un Architetto utilizzare il 3D Rendering Virtual Tour?
  •  per consentire al proprio cliente di visionare il progetto a 360° operando online con un semplice click
  • per coinvolgere totalmente il cliente nel proprio progetto attraverso la Realtà Virtuale Immersiva
  • per avere il totale controllo sul progetto durante la fase di studio